PROLASSI DEL PAVIMENTO PELVICO

L'incontinenza urinaria femminile costituisce una delle più frequenti richieste di consultazione in campo urologico.

E' un disturbo che sopraggiunge solitamente nella donne over 60, nelle pazienti pluripare o quelle che hanno subito un'intervento di isterectomia con rimozione o meno degli annessi (tube ed ovaio). In questi casi il prolasso genitourinario è complesso e riguarda non solo la vescica, ma anche la volta della vagina e talora il retto. La valutazione clinica e strumentale con cistografia (esame urodinamico) ed in casi particolari la RMN pelvica dinamica, permettono di inquadrare in modo molto preciso il grado del prolasso e la sua complessità. Diverse sono le tecniche chirurgiche disponibili; quella che fornisce maggiori garanzie di guarigione con correzione del prolasso e dell'eventuale incontinenza urinaria associata è la colposacropessia. L'intervento prevede la fissazione della vagina al promontorio sacrale cioè la parte terminale dell'osso sacro. Tecnicamente si esegue il posizionamento di una rete in polipropilene, definita mesh, che si ancora alla parete anteriore e posteriore della vagina e viene fatta passare dietro al peritoneo posteriore (struttura che riveste l'intestino e le pareti dell'addome) e fissata  al promontorio sacrale. La rete così ricoperta non viene a contatto con l'intestino. L'intervento ha una durata di circa un'ora e mezzo, non vengono lasciati drenaggi addominali, il cv è rimosso in 2-3 giorni. La mobilizzazione della paziente è precoce già in prima giornata post-operatoria. Qualora la paziente sia affetta da severo cistocele e isterocele, si può procedere a rimozione contestuale dell'utero con o senza annessi. Nel caso di pazienti giovani che non presentino prolasso dell'utero, l'intervento può essere eseguito con conservazione di questo (isterocolpo sacropessia). La procedura chirurgica può essere eseguita con tecnica open, laparoscopica o robotica, con risultati sovrapponibili in termini di risoluzione del prolasso e dell'incontinenza associata.